DAL MENSILE “SEGNI D’ARTE” 1999

Mostre in città:
ultimi lavori di Pierino Tramonta
Un artista bresciano che matura di mostra in mostra è Pierino Tramonta, visto in chiusura a San Zenone.Formatosi nella rivisitazione della fígurazione surrealista e onirica. Con un eccesso di compiacimento macabro. Tramonta si è distinto finora soprattutto per le inquietanti forme informi dei suoi pastelli, in una materia palpitante, sensitiva, cadace di far scorrere sulla carta il flusso di coscienza. Ora anche nella pittura. misurandosi sulle grandi dimensioni. liberatosi dai suoi più cupi fantasmi come dall’ansia di arredare la tela ac-cumulando oggetti enigmatici sulla scorta del surrealismo storico, Tramonta riesce nei lavori più felici a dilatare il suo segno metamorfico come se pulsasse in un in un infinito mondo aereo o acquoreo, con suggestioni figurative sciolte nel fondo palpitante. Si avverte che l’impianto è retto sempre dal suo flessuoso, mobile grafismo, tna le presenze fantomatiche partecipano d’un ricambio organico, ritmico, tra fondo e primo piano, l’insieme si configura come un sogno-visione in cui trascorrono ibridi lievi e dinamici, in equilibrio flessibile. Alcune opere sono ancora bloccate nell’eccesso di scoperta simbologia. altre vivono di esplicito citazionismo surrealista: ma dove si libera, il colore non è più solo commento al segno, è racconto di. movimento e luce, è incontro della vita della natura e dei fantasmi interiori in un flusso di coscienza finalmente capace di raccontarsi sulla tela. Fausto Lorenzi

Lascia un commento